Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Champions League

Champions League: Bayern, contro il City serve la partita perfetta

I tedeschi devono fare un’impresa dopo il netto 3-0 della squadra di Manchester nel match d’andata. I bavaresi devono fare i conti con la grana Mané, Guardiola ancora senza Foden.

Evento: Bayern Monaco-Manchester City
Luogo: Allianz Arena, Monaco
Quando: 21:00, 19 Aprile 2023
Dove vederla: Sky, Mediaset Infinity+

Un miracolo sportivo. Questo serve al Bayern Monaco per superare il turno e approdare alle semifinali di Champions League. Nella serata di mercoledì, i tedeschi ospitano il Manchester City per il ritorno dei quarti della coppa europea più prestigiosa: si riparte dal netto 3-0 dell’andata, nel segno della stupenda rete di Rodri (bomba da fuori area imprendibile per Sommer) e dalle segnature delle certezze Bernardo Silva ed Erling Haaland. 

Insomma, una missione ai limiti dell’impossibile visti i valori in campo del primo atto della doppia sfida, ma quella bavarese è comunque squadra da prendere con le pinze e che può fare leva su alcuni dei giocatori più forti del panorama europeo e non solo. Guardiola è avvisato.

Bayern Monaco, si rivede il camerunense Choupo-Moting. In difesa c’è De Ligt

Una squadra da non sottovalutare. E non potrebbe essere altrimenti se si pensa ad un Bayern che punta con decisione al suo undicesimo "Scudetto" di fila e che adesso si ritrova a guidare la Bundesliga con due punti di vantaggio sul Borussia Dortmund. Rispetto alle passate stagioni, però, qualche scricchiolio sembra esserci: non solo il netto tris subito in quel di Manchester, tra i segnali negativi ci sono anche l’eliminazione in Coppa di Germania e un percorso in campionato decisamente meno arrembante rispetto al recente passato (parlano, in questo senso, gli 8 pareggi e le 3 sconfitte raccolte in 28 giornate, numeri insoliti per la corazzata bavarese). 

In più, da segnalare anche l'insolito esonero dell'allenatore nel bel mezzo della stagione, con il mago Tuchel (che, ai tempi del Chelsea, ha già vinto una Champions da subentrante) che ha sostituito il predestinato Nagelsmann. 

Passando a cose strettamente di campo, i padroni di casa devono rinunciare ancora una volta ai lungodegenti Neuer e Lucas Hernandez, ma potrebbero finalmente riabbracciare il centravanti Eric Maxim Choupo-Moting, reduce da un fastidioso infortunio al ginocchio e voglioso di tornare a recitare un ruolo da protagonista. Il nazionale camerunense - che ha realizzato la bellezza di 17 reti in questa stagione - dovrebbe rappresentare il terminale offensivo del 4-2-3-1 bavarese, ma attenzione alla situazione legata all'ex Liverpool Sadio Mané. Il fuoriclasse senegalese è stato multato dalla società per alcuni atteggiamenti sopra le righe, ma nonostante questo potrebbe scendere in campo dal primo minuto. 

Alle spalle dell’unica punta ecco il trio composto dal rifinitore Musiala e dagli esterni offensivi Sané e Coman. A centrocampo, invece, spazio agli intoccabili Kimmich e Goretzka, con il primo chiamato a costruire il gioco e il secondo che invece deve fare il lavoro sporco e, in più, provare a pungere con i suoi proverbiali inserimenti. In difesa, davanti al portiere Sommer, spicca l'ex juventino De Ligt, affiancato dall'altro centrale Upamecano e dai terzini Pavard e Davies.

Manchester City, ancora modulo camaleontico per Guardiola. Haaland guida l’attacco

In casa City, invece, da segnalare l'assenza di Phil Foden, ancora alle prese con le conseguenze di una appendicite e destinato a tornare in campo per la fine di aprile. Per il resto, organico al completo a disposizione di Guardiola: ancora una volta, il tecnico catalano dovrebbe disporre i suoi con il camaleontico 3-2-4-1 all'insegna del portiere Ederson e della retroguardia composta da Akanji, Dias e dal braccetto di sinistra Aké. 

A centrocampo il giocatore di riferimento è ancora una volta lo spagnolo Rodri, affiancato dal duttile Stones (che deve giostrare sul centro-destra e, nel caso, allargarsi e agire addirittura da terzino). Qualche metro più avanti ecco il regista avanzato Gundogan e l'imprevedibile Kevin De Bruyne, mentre sugli esterni spazio a Bernardo Silva e al nazionale inglese Grealish, quest'ultimo l'unico vero esterno di ruolo della formazione. In attacco l'unica punta Haaland, che vuole continuare a macinare record su record. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.