Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
it-it VAI ALLO Sport di bet365
  1. Altri Sport

Campionati mondiali di nuoto: date, orari, dove vederli e protagonisti

Calendario insolito per il nuoto che vivrà un 2024 ricco di impegni che culmineranno con i Giochi Olimpici di Parigi. Prima però c’è Doha e un torneo iridato in scena dall’11 al 18 febbraio. 

Il 2024 sarà un anno decisamente importante per il nuoto. Dai Mondiali alle Olimpiadi passando per gli Europei con la vasca a fare da trait d’union. Ma senza proiettarci troppo in là nel tempo, concentriamoci sull’impegno imminente che è Doha 2024. In Qatar dall’11 al 18 febbraio si assegnano i titoli mondiali delle diverse discipline sotto l'egida della FINA: nuoto, nuoto di fondo, tuffi, nuoto artistico e pallanuoto. Si tratta complessivamente della ventunesima edizione della competizione, che ha avuto origine nel 1973 col primo torneo che fu tenuto a Belgrado. Prima di allora esistevano soltanto i Giochi Olimpici all’interno dei quali cimentarsi per ottenere dei riconoscimenti al proprio valore. 

Se in una prima fase la cadenza della manifestazione era variabile, dal 2001 in avanti è diventata biennale. La nazione che ha ospitato più volte l’evento è stata l’Australia mentre per il Qatar sarà la prima chance. Anche da queste parti qualche banco di prova c’è stato con diversi eventi FINA negli ultimi anni, tra cui il 12esimo Campionato mondiale di nuoto (25 m) nel 2014, nove edizioni della Coppa del mondo di nuoto, quattro FINA Marathon Swim World Series e un evento FINA Diving World Series nel 2009.Prima di oggi in Asia la gloria iridata era toccata solamente a Giappone (Fukuoka per due volte), Cina (Shanghai) e Corea del Sud (Gwangju). 

Doha sulla strada per Parigi

Calendario ricco ma indubbiamente insolito. Con Doha nel ruolo di tappa intermedia per arrivare nella condizione migliore ai Giochi. E soprattutto come tentativo valido per arrivare a qualificarsi ai Giochi che, come ben sappiamo, si terranno a Parigi dal 26 luglio all'11 agosto 2024. All’interno dei Campionati mondiali il nuoto farà il suo ingresso in scena soltanto nella seconda parte: la competizione ufficialmente prende il via il 2 febbraio ma come detto soltanto dall’11 inizierà la vera e propria avventura in acqua con sei finali individuali e le staffette 4×100 miste maschili e femminili. 

L’evento avrà luogo nell’impianto sportivo denominato Aspire Dome: l’arena è stata inaugurata nel 2015 e ha una capienza di 15 mila spettatori. Come gli atleti anche Aspire Dome ha un obiettivo che nel suo caso è quello di veder realizzati più dei dieci record mondiali stabiliti ai precedenti Campionati Mondiali di Nuoto di Fukuoka. Per quanto riguarda i tuffatori il loro programma è piuttosto compatto, concentrato in soli tre giorni che vanno dal 12 al 14 febbraio. Le loro acrobazie partiranno da altezze che vanno dai 20 e i 27 metri presso la sede del porto della città che affaccia sul Golfo Persico. Il periodo di qualificazione alla manifestazione è andato dal primo ottobre 2022 al 19 dicembre 2023. 

I protagonisti del torneo e quelli mancati

La collocazione temporale non aiuta Doha 2024 che dovrà registrare una minore partecipazione di atleti di altissimo profilo. Il Canada, ad esempio, ha presentato una formazione con 26 atleti tra i quali a spiccare è l’assenza dei vari Summer McIntosh, Maggie MacNeil, Kylie Masse, Joshua Liendo e Ilya Kharun, che costituiscono l’ossatura centrale della Nazionale. La Germania invece porterà con sé tutti i big sebbene negli ultimi anni non è che abbia dato chissà quali soddisfazioni ai propri sostenitori. Se i tedeschi hanno rinunciato del tutto alle staffette, i brasiliani ci punteranno forte con 13 atleti in tutto, 5 dei quali intenti proprio a questo obiettivo nel tentativo di centrare la qualificazione Olimpica di squadra. 

Ambiziosa la Svezia nel cui elenco, composto da 13 atleti, figurano Sarah Sjöström, Michelle Coleman e le sorelle Hansson. Gli Stati Uniti si presenteranno al Mondiale in versione ridotta con appena 18 nuotatori. Non figurano nella lista dei convocati Katie Ledecky e Ryan Murphy, appena eletti nuotatori dell’anno ai Golden Goggles, né Bobby Finke o Alex Walsh che pure qualche medaglia in giro l’hanno raccolta negli ultimi tempi. L’ambizione iridata, alla fine, farà comunque la differenza. Anche per l’Italia che ha provato a gestire al meglio le proprie risorse per arrivare pronta all’impegno. Paltrinieri, Razzetti, Pilato, Miressi e Ceccon sono quelli già sicuri di Parigi e forse anche i più attesi tra gli azzurri che vorranno farsi valere in Medio Oriente. 

Dove vedere i Campionati mondiali di nuovo 2024 in TV e in streaming

Le prove del nuoto acque libere sono in programma al Doha Port dal 3 all’8 febbraio, quindi prima di quelle in piscina previste presso l’Aspire Dome dall’11 al 18 febbraio con un totale di sedici turni di competizioni. Qualificazioni al mattino dalle 08:30 italiane, semifinali e finali invece dalle 18:30 italiane. L’evento è trasmesso in diretta tv in chiaro su Rai Sport ed in abbonamento su Sky Sport. Diretta streaming gratuitamente su Rai Play ed in abbonamento su Sky Go, NOW e Recast TV.

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.