Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio
  2. Calcio Internazionale

Calcio Internazionale: l’Inghilterra punta al bis contro l’Ucraina

Dopo aver battuto l’Italia i Tre Leoni puntano a fare il bis contro un’Ucraina che si candida invece al ruolo da outsider in un girone tutt’altro che semplice. 

Evento: Inghilterra-Ucraina 
Luogo: Stadio Wembley, Londra
Quando: 18:00, 26 marzo 2023
Dove vederla: Canale 20, Sky Sport Football

Ventitré posti disponibili, cinquantaquattro squadre a giocarseli. Il cammino per Euro 2024 è già partito con la Germania, unica nazionale già ammessa di default in qualità di paese organizzatore dell’evento. Tra i dieci gruppi in lizza focalizziamo la nostra attenzione su quello C nel quale c’è pure l’Italia di Roberto Mancini. 

L’esordio degli azzurri è stato amaro con la sconfitta interna al Diego Armando Maradona contro l’Inghilterra di Gareth Southgate. In questo momento, con solo la prima giornata disputata ed altre nove pertanto ancora da vivere, i Tre Leoni sono primi in classifica a pari punti con la Macedonia del Nord che ha fatto risultato pieno contro Malta. 

Nel secondo turno Harry Kane e compagni se la vedranno contro l’Ucraina per la quale il torneo ancora deve cominciare. Obiettivo dei britannici, quello di fare due su due e portarsi avanti col discorso qualificazione. Per il team guidato da Ruslan Rotan, invece, c’è voglia di partire col piede giusto in un’avventura complicata, dato il livello del girone, ma alla quale i gialloblù credono fermamente. 

Appuntamento allo stadio Wembley di Londra previsto per domenica pomeriggio alle ore 18:00. L’ultimo precedente tra le due formazioni è risalente ad Euro 2020 con netta affermazione da parte degli inglesi: oltre alla doppietta del solito Kane finirono sul taccuino dei marcatori pure Maguire e Jordan Henderson. Ricordiamo che il passaggio del turno, con conseguente accesso alla rassegna tedesca, spetta alle prime due classificate.

Come arriva l’Inghilterra

Non è bastato l’impatto di Mateo Retegui per agguantare una sfida che per gli azzurri era partita già decisamente male. Tredici minuti è quanto è bastato all’Inghilterra per portare l’inerzia del match di Napoli a proprio favore per poi completare l’opera già a ridosso del fischio finale della prima frazione di gioco. Insomma, buon punto di partenza per i Tre Leoni in quella che dovrebbe essere l’ultima avventura alla guida della nazionale britannica per Gareth Southgate. 

Dopo le esperienze positive ottenute tra Mondiale ed Europeo, non foriere però di titoli, il tecnico di Watford dovrebbe infatti lasciare il timone alla fine della prossima kermesse. Prima di pensare al futuro ci sono però obiettivi importanti da raggiungere: il primo è naturalmente la qualificazione. Sulla carta l’Inghilterra dovrebbe giocarsi il primato proprio con l’Italia ma non mancano le insidie nel girone. Tra queste sicuramente la solida Ucraina che si candida ad un ruolo da outsider col compito di infastidire le due big. A partire già dalla gara di domenica.

Come arriva l’Ucraina

L’ultima esibizione ufficiale da parte dell’Ucraina è risalente allo scorso settembre. In quella circostanza la Nazionale di Ruslan Rotan registrò un pareggio a reti bianche contro la Scozia. La nazionale ucraina arriva da un filotto importante di risultati utili che perdura da sei partite. Tra gli elementi di maggior qualità di questa generazione spicca senza alcun dubbio Mykhaylo Mudryk, attaccante di ventidue anni che da poco si è trasferito dallo Shakthar Donetsk al Chelsea. Il suo impatto con la Premier non è stato dei migliori, anche se per talento e prospettive è considerato una certezza assoluta. 

Nel suo stesso campionato giocano pure Zinchenko (Arsenal) e Mykolenko (Everton) per citare altri due esponenti particolarmente rappresentativi. Anche Tsygankov del Girona e Malinovskyi, oggi al Marsiglia di Igor Tudor, sono dei giocatori dal rendimento assicurato per un gruppo che, come abbiamo visto, non difetta in qualità. Non resta, dunque, che attendere il riscontro del campo per un’Ucraina che non arriva da un periodo favorevole. In Qatar ha fatto solamente da spettatrice mentre ad Euro 2020 il suo cammino si è fermato già alla fase a gironi.

Le probabili formazioni di Inghilterra-Ucraina

L’Inghilterra non può contare su Shaw, espulso contro l’Italia. Per cui Southgate dovrebbe rimpiazzarlo con Chilwell in un reparto che può contare pure su James, Stones e Maguire a protezione del numero uno Pickford; a centrocampo Bellingham e Rice col compito di distruggere e costruire; davanti spazio all’estro e alla velocità di Saka, Rashford e Grealish alle spalle del centravanti Kane.

Il 4-3-3 è invece il modulo di riferimento dell’Ucraina. In porta ci va Lunin; difesa con Tymchyk, Zabarniy, Matviyenko e Mykolenko; Ignatenko, Stepanenko e l’ex atalantino Malinovskyi in mediana; in attacco il riferimento centrale è Dovbyk, venticinquenne in forza al Dnipro, con al suo fianco due esterni di qualità come Yarmolenko e Mudryk. 

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.