Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis

ATP Toronto: Sinner contro Monfils vede il quarto posto nella Race. Per Alcaraz c’è Paul

L’altoatesino approfitta della defezione di Andy Murray per passare il turno e affrontare ora il francese. Lo spagnolo numero uno al mondo, dopo le fatiche contro Hurkacz, se la deve vedere invece contro lo statunitense.

Evento: Gaël Monfils-Jannik Sinner
Luogo: Sobeys Stadium, Toronto
Quando: 02:20, 12 agosto 2023
Dove vederla: Sky Sport Summer, Sky Sport Tennis, NOW

Così è fin troppo semplice. Jannik Sinner è approdato per la prima volta in carriera ai quarti di finale del Masters 1000 di Toronto. Il punto è che ci è arrivato senza neppure scendere in campo agli ottavi. Il suo avversario, Andy Murray, è infatti stato costretto ad alzare bandiera bianca a causa di un problema fisico spalancando le porte del turno successivo all’altoatesino. Che ringrazia e va avanti in un torneo all’interno del quale una prova ardua l’ha dovuta superare, come il derby tutto azzurro contro Matteo Berrettini, regolato in due set. Adesso al ventunenne di San Candido tocca sfidare il francese Gaël Monfils, altro veterano al pari del già citato scozzese. 

Qualora Sinner riuscisse a strappare un’ulteriore qualificazione, ecco che diventerebbe quarto nella Race: una gran bella soddisfazione, tra l’altro a portata di mano. Soltanto un italiano, finora, era riuscito ad arrivare fino a questo punto della competizione tenendo come riferimento il periodo che va dal 1990 ad oggi: parliamo di Fabio Fognini al quale riuscì l’impresa di centrare i quarti nel 2019. Per il resto poco o nulla in un torneo avaro di soddisfazioni per chi ha sul petto il tricolore. Ma qualora Sinner battesse Monfils scavalcherebbe in graduatoria Stefanos Tsitsipas ponendosi alle spalle soltanto del magico trio formato da Alcaraz, Djokovic e Medvedev. 

I precedenti tra i due tennisti sono chiaramente a favore dell’attuale numero 8 al mondo che ha battuto il rivale d’oltralpe ben tre volte su quattro. Gli incontri si sono disputati tutti tra il 2019 e il 2021 con ultima tappa a Sofia in Bulgaria. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, per cui tocca rinverdire un po’ le statistiche.

Sinner sempre più su, a caccia dell’ottavo titolo

Trovare un erede a Pablo Carreño Busta è il compito di questa edizione degli ATP di Toronto. Ci proverà fino in fondo Jannik Sinner, sperando che la buona sorte non lo abbia accompagnato soltanto per un turno. Il 2023 dell’altoatesino era cominciato pure discretamente bene, se escludiamo la parentesi australiana tutt’altro che entusiasmante. A Montpellier l’azzurro aveva centrato il settimo titolo della sua ancora giovanissima carriera in quello che per lui doveva essere l’anno della consacrazione definitiva tra i top assoluti. 

A Rotterdam, poi, in finale ha dovuto cedere il passo a un Daniil Medvedev che in qualche modo riesce sempre a congelarne il talento. La conferma di questo indizio l’abbiamo successivamente avuta pure a Miami, dove il russo ha sconfitto nuovamente l’italiano, che poco prima era stato addirittura capace di fermare Alcaraz. Anche Indian Wells e Wimbledon confermano il buono stato di forma di Sinner, che in tutte e due le manifestazioni riesce a conquistarsi una posizione di prestigio. 

Adesso c’è questa avventura canadese che può ulteriormente migliorare lo status del formidabile Jannik. A partire già dal prossimo match contro il trentaseienne Monfils, quasi un confronto generazionale tra la freschezza del primo e la grande esperienza del secondo. 

Bilancio in parità tra Alcaraz e Paul che si affrontano con vista sulla semifinale

Evento: Carlos Alcaraz-Tommy Paul
Luogo: Sobeys Stadium, Toronto
Quando: 01:00, 12 agosto 2023
Dove vederla: Sky Sport Summer, Sky Sport Tennis, NOW

L’uomo più temuto in Canada è senza alcun dubbio Carlos Alcaraz, numero uno al mondo che può beneficiare pure dell’assenza del grande rivale Novak Djokovic. Tra lo spagnolo ed un potenziale ennesimo successo ci sono però ancora una serie di scogli da superare. Di questi il primo è Tommy Paul, ventiseienne del New Jersey che fin qui ha battuto gli argentini Diego Schwartzman e Francisco Cerundolo, oltre ad un altro esponente del movimento a stelle e strisce come Marcos Giron. 

Il bilancio tra il murciano e il suo rivale è di perfetta parità con una vittoria a testa. Nel 2022 Paul, proprio da queste parti, piegò il ventenne di El Palmar in rimonta quando eravamo appena ai sedicesimi del torneo. Più recente, invece, l’affermazione di Alcaraz che negli scorsi mesi a Miami ha regolato senza particolari noie lo statunitense in due set agli ottavi di finale. Nell’ultimo turno il buon Carlos ha faticato tantissimo per emergere contro uno stoico Hubert Hurkacz, riuscendo a prevalere nel finale, nonostante qualche errore di troppo, e nel rammarico dell’atleta polacco che da questa chance sapeva di poter addirittura ottenere di più. 

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.