Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis

ATP Pechino: Alcaraz al debutto contro Hanfmann

Lo spagnolo numero 1 al mondo torna in campo in Cina. All'ATP di Astana è Baez contro Rodionov agli ottavi di finale.

Evento: Carlos Alcaraz-Yannick Hanfmann
Luogo: Olympic Green Tennis Centre, Pechino (Cina)
Data: 29 Settembre 2023
Orario: dalle 13:30
Dove vederla: Supertennis e SuperTennix (in streaming)

Primo turno e teste di serie "al lavoro" all'ATP 500 di Pechino. Il torneo cinese si preannuncia come uno dei più prestigiosi di categoria, vista l'entry list di alto livello e il premio in denaro tra i più alti del circuito. Tra gli iscritti non mancano tennisti ancora a caccia di un pass per le ATP Finals di Torino, ma ci sono anche le stelle, ovvero chi il proprio biglietto per l'ambita rassegna della città della Mole l'ha già staccato. E tra questi è impossibile non parlare di Carlos Alcaraz, attuale numero 1 del ranking mondiale, che ha nel mirino un altro titolo da esporre nella sua già ricca bacheca.

ATP Pechino, il numero 1 Alcaraz al debutto: l'avversario è Hanfmann

Occhi puntati dunque su Carlos Alcaraz. Nonostante il ko nella finale spettacolo contro Novak Djokovic a Cincinnati e la successiva eliminazione in semifinale agli US Open contro Daniil Medvedev, è stato un 2023 da ricordare per lo spagnolo, che si è definitivamente consacrato nell'albo del tennis mondiale con il secondo titolo Slam della carriera conquistato nella storica ed entusiasmante cornice di Wimbledon. Il titolo londinese è l'ultimo, ad oggi, dei sei tornei vinti in questa annata: spiccano i due Masters 1000 di Indian Wells e Madrid. 'Carlitos' adesso mette da parte il passato: vuole tornare a trionfare e, dopo la rinuncia alla Coppa Davis e alla Laver Cup, riparte con tanta ambizione da Pechino.

Il primo ostacolo del nativo di Murcia è Yannick Hanfmann, numero 53 del ranking mondiale. Dopo l'eliminazione al primo turno degli US Open (tra l'altro contro il nostro Jannick Sinner), il tedesco è stato convocato in Nazionale per la Coppa Davis, dove ha anche giocato e vinto un match contro il bosniaco Dzumhur: non è bastato per festeggiare con la sua Germania l'approdo tra le migliori otto nazioni al mondo. 

Archiviati gli impegni di squadra, qui a Pechino ha già scaldato i motori vincendo due turni di qualificazione per niente scontati contro Dusan Lajovic e Miomir Kecmanovic, atleti che non si discostano dalle sue posizioni di ranking, alle pendici della top 50. Nessun set perso e pass per il tabellone principale conquistato con decisione: di fronte a lui ora si erge l'ostacolo Carlos Alcaraz in uno scontro che è quasi inedito. Quasi, appunto, perché i due si sono affrontati una volta in tornei ufficiali in passato, nel 2019: all'epoca uno spagnolo appena 16enne e ancora grande promessa del tennis sorprese l'avversario con una vittoria in due set a Siviglia.

Ottavi di finale all'ATP di Astana: Baez contro Rodionov

Evento: Jurij Rodionov-Sebastian Baez
Luogo: National Tennis Centre, Nur-Sultan (Kazakistan)
Data: 29 Settembre 2023
Orario: dalle 14:00
Dove vederla: Supertennis e SuperTennix (in streaming)

Continuano anche gli ottavi di finale dell'ATP 250 di Astana, altro torneo di questa settimana, indubbiamente oscurato dalle stelle di scena a Pechino. Sono comunque in palio punti pesanti per il ranking e uno dei tennisti che prova a risalire la classifica è Sebastian Baez, attuale numero 27 del mondo. Il classe 2000 ha vissuto una grande annata, a dir poco: tre titoli ATP tra Cordoba, Kitzbuhel e Winston-Salem e primo approdo in carriera nella top 30. L'argentino, in passato anche numero 1 al mondo tra gli juniores, vuole completare il poker qui ad Astana.

Baez, reduce dagli impegni in Coppa Davis che lo hanno visto vincente nell'unico match contro il lituano Berankis, non ha però avuto la soddisfazione di staccare il pass per le Finals di Malaga con la sua Argentina. Prima della competizione per nazionali si era reso protagonista di un buon cammino agli US Open, eliminato solo dal poi finalista Daniil Medvedev. Primo ostacolo a Nur-Sultan è l'austriaco Jurij Rodionov, che si sta affacciando alla top 100 mondiale. Attuale numero 107, è reduce dai due turni di qualificazione (superati agevolmente contro Donskoy e Statham) e al più sudato primo turno del tabellone principale vinto però contro il francese Barrere.

Principalmente impegnato in tornei Challenger, Rodionov non ha ancora vinto né raggiunto una finale di una competizione ATP. Nel palmarès annovera sei titoli Challenger: qui a Nur-Sultan, però, nell'unico di questi giocato ha ricordi spiacevoli per una sconfitta in finale contro Mackenzie McDonald. Era il 2021. L'ultimo successo risale al marzo di quest'anno a Biel/Bienne, mentre a giugno su erba ha ceduto al veterano Andy Murray in finale a Surbiton, Gran Bretagna.

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.