Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis

ATP Metz: incognita giordana sul tragitto di Sonego

Il 28enne torinese ha superato Marcos Giron ed ora trova sul suo cammino il giovanissimo talento arabo Abdullah Shelbayh. A Sofia, invece, scende in campo Musetti pronto all’esordio contro Draper.

Evento: Abdullah Shelbayh-Lorenzo Sonego
Luogo:Arènes de Metz
Data: 8 novembre
Orario: dalle 19:20
Dove vederla:SuperTennis, Sky Sport Uno, Sky Sport Tennis. In streaming su Supertennix, Sky Go e NOW

Ventesima edizione degli ATP di Metz. Nelle diciannove precedenti un solo italiano è riuscito a vincere da queste parti: trattasi di Lorenzo Sonego, campione proprio un anno fa. Il ventottenne torinese ora vuole provare a difendere il titolo e bene ha fatto nel primo turno, seppur col brivido della rimonta resosi necessario contro Marcos Giron. Lo statunitense aveva infatti fatto suo il primo set, cadendo poi successivamente nel corso di un incontro lungo e sofferto, durato ben due ore e diciassette minuti. 

Agli ottavi di finale l’azzurro se la vedrà quindi contro il rappresentante della Giordania Abdullah Shelbayh. Non esistono precedenti tra i due, ma occhio a questo diciannovenne nato ad Amman che si è messo in mostra nella Rafa Nadal Academy. Qualcosina è riuscito a conquistare a livello Challenger, ma è chiaro che la sua storia personale la deve ancora scrivere essendo in posizione numero duecentoquindici del ranking. Passato attraverso le qualificazioni – riuscendo a far fuori prima il padrone di casa Dan Added e poi l’olandese Gijs Brouwer – vuole adesso provare ad accelerare estromettendo dalla competizione il numero sei del seeding. 

Il percorso di Sonego e Shelbayh nel 2023

Chiaro che Lorenzo Sonego abbia dalla sua esperienza e doti tecniche per fronteggiare l’imponente ventata fresca proveniente d’Arabia. Il 2023 del torinese suggerisce però la massima prudenza. I primi tornei stagionali del ventottenne piemontese sono stati dei veri e propri flop, con eliminazione giunta già al primo turno. Poco oltre è riuscito ad andare agli Australian Open dove poi a barrargli la strada ha trovato il polacco Hubert Hurkacz. In seguito a Montpellier ha perso ai quarti di finali nel derby contro Jannik Sinner. Altri ko giunti nei match successivi gli sono costati caro in termini di ranking con la posizione crollata fino alla settantunesima: traguardo più basso dal giugno 2019. 

Tra Dubai e Miami poi qualcosa ha recuperato ma avrebbe bisogno di qualche altro acuto per ritrovare autostima e magari rimettere le mani su un trofeo che manca proprio dal settembre 2022 qui all’Arénes de Metz. Ancora agli inizi, invece, il percorso sportivo di Abdullah Shelbayh, che qualcosa nella stagione in corso comunque ha realizzato. A partire dalla sua seconda semifinale in carriera nell'ATP Challenger Tour al Bahrain Ministry of Interior Tennis Challenger, sconfiggendo la testa di serie numero 1 e numero 79 del mondo Jason Kubler nei quarti di finale e successivamente anche l’azzurro Salvatore Caruso. Grazie a questo successo è diventato il primo giocatore giordano della storia e il più giovane arabo a raggiungere una finale a livello Challenger. All’atto conclusivo della manifestazione ha poi perso al cospetto di Thanasi Kokkinakis consolandosi comunque per aver scavalcato ben 120 posizioni in graduatoria ed entrando così tra i primi 300 tennisti al mondo. 

Insidia Draper per un Musetti in cerca di gloria

Evento: Jack Draper-Lorenzo Musetti
Luogo: Arena Armeec, Sofia
Data: 8 novembre
Orario:dalle 17:00
Dove vederla:SuperTennis e in streaming su Supertennix

Da un italiano ad un altro. Da Lorenzo Sonego ad un altro Lorenzo che in questo caso è però Musetti. Cambiamo palcoscenico per l’occasione e dall’Arénes de Metz ci spostiamo verso l’Arena Armeec di Sofia per l’altro torneo di una settimana cruciale che è anche l’ultima prima delle Finals di Torino in programma proprio dal 12 al 19 novembre. Siamo giunti agli ottavi di finale della competizione bulgara. Musetti arriva all’appuntamento a seguito di una stagione che non è certamente stata esaltante. Lo stesso ventunenne carrarino l’ha definita di assestamento, riconoscendo comunque dei miglioramenti dal punto di vista individuale e di gioco. 

In attesa che arrivi la svolta definitiva, dovrà cercare di fare del proprio meglio, quanto meno per chiudere in bellezza. Il suo prossimo avversario sarà Jack Draper, contro il quale ha un solo precedente risalente alla scorsa annata e per giunta sfavorevole. D’altra parte l’inglese è uno che sa giocare, ha avuto un momento di gloria ad inizio anno raggiungendo persino la trentottesima posizione prima di una serie di infortuni che lo hanno sensibilmente allontanato fino all’attuale ottantaduesimo posto. Il ventunenne nato a Sutton comunque adesso c’è, lo ha dimostrato pochi giorni fa a Bergamo portando a casa un prezioso titolo Challenger e pure nel turno precedente contro il tedesco Maximilian Marterer. 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.