Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis

ATP Master 1000 Parigi: Sinner al debutto contro McDonald

Arriva a Bercy anche il ventiduenne altoatesino, reduce dal prestigioso successo di Vienna. Per l’azzurro c’è un confronto a stelle e strisce per aprire le danze dell’ultimo Masters 1000 stagionale.

Evento: Jannik Sinner-Mackenzie McDonald
Luogo: Palazzo dello Sport di Bercy
Data: 1 novembre 2023
Orario: dalle 20:50
Dove vederla: Sky Sport Uno, Sky Sport Tennis, NOW

L’ultimo Masters 1000 dell’anno giunge ai sedicesimi di finale. Al Palazzo dello Sport di Bercy per gli ATP di Parigi scende in campo anche Jannik Sinner, reduce dai prestigiosi successi di Pechino e Vienna. L’azzurro, numero quattro al mondo e già certo della partecipazione alle Finals di Torino in programma dal 12 al 19 novembre, dovrà vedersela contro l’americano Mackenzie McDonald. Due sono i precedenti tra i due tennisti, entrambi finiti a favore dell’italiano. Il primo nel 2021 a Washington e il secondo, invece, un anno dopo al French Open. 

Finora per i rappresentanti del tricolore la kermesse d’oltralpe non ha portato particolare fortuna. Matteo Arnaldi ha dovuto dichiarare forfait ancor prima di mettere piede sul cemento dell’impianto parigino, mentre per Lorenzo Musetti non c’è stato nulla da fare contro Grigor Dimitrov. Tocca ancora una volta a Sinner tenere alta la bandiera, come sempre più spesso sta capitando negli ultimi tempi. Certo non sarà semplice farsi valere all’interno di un torneo dove la concorrenza è ampia: per l’occasione ha deciso di rientrare in pista anche sua maestà Novak Djokovic. Ma un passo alla volta e il primo da compiere è quello contro McDonald. 

I record di Sinner e il tentativo di impresa di McDonald

Giornata ricca di impegni per gli ATP di Parigi. Dato il numero elevato di partite da giocare in questi sedicesimi la sfida tra Sinner e McDonald potrebbe slittare anche in tarda serata se non addirittura in notturna. Colpa di un calendario che non ammette soste e che non prevede tempi di recupero, dal momento che il giovedì – per chi passa il turno – è richiesto di tornare nuovamente a giocare. 

Per quanto riguarda l’altoatesino ormai tutto è stato detto e scritto. Il suo 2023 è destinato a rimanere nella storia, con quattro titoli in bacheca – oltre ai già citati Pechino e Vienna non vanno dimenticati pure Montpellier e Toronto – e con una serie di record centrati che gli hanno conferito un ruolo di rilievo nell’olimpo del tennis. Ma adesso tra Parigi, Torino e le Finals di Coppa Davis il ventiduenne di San Candido ha la possibilità di scrivere nuove pagine di questa meravigliosa cavalcata. Tra i primati già centrati c’è quello relativo al numero di vittorie in una singola stagione che sono diventate 56 superando i precedenti tetti massimi fissati da Barazzutti con 54 e Panatta con 53. 

Il suo rivale McDonald è naturalmente lontano da tutto ciò: a ventotto anni non ha mai vinto nulla di significativo in singolare ma soltanto una finale in doppio. La sua posizione nel ranking è la quarantaquattresima, anche se nel 2023 qualche soddisfazione se l’è tolta come l’aver battuto un pilastro di questo sport come Rafa Nadal. Ai trentaduesimi ha battuto in un derby interamente a stelle e strisce il collega Jeffrey John Wolf e ora cerca l’impresa contro uno dei giocatori più forti e in forma del momento.

Rune prova a resistere ma Thiem non è qui per caso

Evento: Dominic Thiem-Holger Rune
Luogo: Palazzo dello Sport di Bercy
Data: 1 novembre 2023
Orario: dalle 19:30
Dove vederla: Sky Sport Uno, Sky Sport Tennis, NOW

Poco prima del confronto tra Sinner e McDonald c’è quello tra il campione in carica Holger Rune e Dominic Thiem. Un solo precedente tra i due, di qualche mese fa a Monte Carlo. Anche in quella occasione erano i sedicesimi di finale e il match fu piuttosto scontato con la netta affermazione da parte del danese. Che tuttavia non sta vivendo un bel momento: se l’anno scorso di questi tempi toccava il punto più alto della carriera, ora sta facendo fatica a mantenere lo status ottenuto. Il suo ottavo posto con vista sulle Finals sta attirando i rivali, pronti a capitalizzare al massimo qualche passo falso per fargli le scarpe. Dovrà resistere il ventenne di Gentofte sapendo che da qui all’appuntamento torinese mancano ormai un paio di settimane. 

Certo belle intense, a partire dalla serata nella quale avrà il compito di accogliere un Thiem galvanizzato dalla rimonta su Stan Wawrinka. L’austriaco ha dovuto sudarsi ogni centimetro di questo torneo, partendo da lontano attraverso le qualificazioni nelle quali ha sconfitto prima Lorenzo Sonego e poi l’australiano Christopher O’Connell. Adesso il trentenne di Wiener Neustadt – dal passato illustre con ben diciassette titoli in bacheca – vuole evitare che gli sforzi compiuti vengano vanificati. L’avversario è bello tosto, ma c’è del margine per credere nelle proprie possibilità. 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.