Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis

ATP Finals: esordio per Alcaraz e derby russo tra Medvedev e Rublev

Alle 14:30 scendono in campo il numero due al mondo contro Zverev. Poi in serata sarà la volta di Daniil Medvedev contro Andrej Rublev. I quattro sono inseriti nel gruppo rosso del torneo.

Evento: Carlos Alcaraz-Alexander Zverev
Luogo: Pala Alpitour, Torino
Data: 13 novembre
Orario: 14:30
Dove vederla: Rai 2, Sky Sport Uno, Sky Sport Tennis. In streaming su Rai Play, Tennis TV, Sky Go e NOW

Sono cominciate le ATP Finals. Domenica è stata la giornata del gruppo verde, oggi tocca a quello rosso scendere in campo e dare il via alle ostilità. Alle 14:30 al Pala Alpitour di Torino assisteremo al match tra Carlos Alcaraz e Alexander Zverev, con quest’ultimo che magari non sta vivendo il miglior periodo della carriera ma ha comunque portato a casa ben due volte il trofeo. 

Già, perché le edizioni del 2018 – nella quale a Londra mise a tappeto niente di meno che Novak Djokovic – e del 2021 – con successo in finale contro Daniil Medvedev quando eravamo già nel capoluogo piemontese – sono finite proprio nelle mani del biondino di Amburgo. Contrariamente a quanto si possa immaginare, invece, lo spagnolo non ha neanche mai partecipato alla competizione: lo scorso anno, a dire il vero, si era legittimamente qualificato prima di arrendersi dinanzi ad un infortunio che lo costrinse al forfait. 

Adesso finalmente è arrivato anche il momento del numero due al mondo, che chiaramente vorrà provare a lasciare il segno al primo colpo. Il bilancio tra i due contendenti – Zverev e Alcaraz – è in perfetta parità con tre successi a testa. Gli ultimi due però, quelli del 2023, sono entrambi finiti a favore del murciano che è riuscito a battere il rivale sia a Madrid che a New York. Anche in maniera piuttosto netta.

Come arrivano all’appuntamento Alcaraz e Zverev

Carlos Alcaraz ha appena vent’anni ma vanta già un curriculum decisamente notevole. Nella sua seppur breve carriera ha già vinto dodici titoli tra cui due tornei del Grande Slam (US Open 2022 e Wimbledon 2023) e quattro Masters 1000. Inoltre è il più giovane tennista diventato numero uno del mondo nell’intera storia del ranking ATP. Anche nel 2023, lo spagnolo si è concesso qualche successo prestigioso, a conferma di una crescita destinata a compiere ulteriori step, considerando età e potenzialità. 

C’è un però. Dopo gli US Open la sua versione migliore non l’abbiamo più vista, con la sensazione che il brillante ragazzo abbia consumato tutte le energie mentali e fisiche di cui disponeva. Come spesso accade quando si è leggermente giù di corda, di mezzo poi ci si mettono anche dei piccoli infortuni a minare ulteriormente il rendimento. Chissà se nel frattempo sarà riuscito a riassemblare i cocci. Di certo Alexander Zverev sarà una bella occasione per dimostrarlo: nelle ultime due il murciano davvero non ha avuto alcuna difficoltà a sbarazzarsi delle resistenze del tedesco. 

Anche in quest’ultimo caso parliamo di un gigante di questo sport e non è un riferimento ai suoi 198 centimetri per 90 chili. Piuttosto, semmai, ai ventuno titoli conquistati. Il suo 2022 è stato un anno orribile, con un infortunio che lo ha tenuto lontano dai campi da gioco per ben 7 mesi. Ad inizio 2023 è rientrato riuscendo a riconquistare posizioni preziose nel ranking fino ad arrivare all’ottavo posto. Da evidenziare c’è soprattutto la semifinale al French Open. 

Connazionali, rivali ma amici da sempre: Medveded vs Rublev

Evento: Daniil Medvedev-Andrej Rublev
Luogo:Pala Alpitour, Torino
Data:13 novembre
Orario: 21:00
Dove vederla: Sky Sport Uno, Sky Sport Tennis: In streaming su Tennis TV, Sky Go e NOW

Non si può certo definire un inedito il match tra Daniil Medvedev e Andrej Rublev. Giocano l’uno contro l’altro da quando avevano dieci anni, sono amici pur nella rivalità di uno sport individualista come il tennis. Tralasciando le gare da bambini e quelle appartenenti a tornei minori, la bilancia degli scontri diretti pende decisamente verso il numero tre al mondo. Che in otto partite è stato capace di battere ben sei volte il suo avversario, due proprio in questo 2023 tra Dubai e New York.

Magari Rublev può far leva su quel precedente delle Finals edizione del 2022 in cui riuscì a farla franca sul rivale. Nel 2023 Medvedev ha aggiunto ben cinque titoli in bacheca arrivando pure in finale agli US Open. Tra Cina e Vienna Sinner gli ha tolto altre due possibilità di allungare il palmarès mentre altri tornei tra gli ultimi giocati invece sono stati davvero un flop, a testimonianza di come non sia forse il suo miglior momento. Rublev, dal canto suo, qualche soddisfazione nella stagione in corsa se l’è tolta, anzitutto vincendo il primo titolo in un Masters 1000 a Monte Carlo. 

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.