Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
Alcaraz
  1. Tennis

ATP Barcellona: Tsitsipas si arrende ad Alcaraz, che vince ancora

Lo spagnolo conquista un’altra volta il torneo ed è la seconda consecutiva. Complessivamente si tratta del nono titolo della sua giovane carriera. Nulla da fare per il grande sconfitto Tsitsipas. 

In attesa di Madrid, con i Masters 1000 in programma per questa settimana, restiamo un attimo a Barcellona dove si è appena concluso il torneo Atp 500. A vincerlo è stato ancora una volta Carlos Alcaraz, proprio come era avvenuto nella precedente edizione. Se prima la sua vittima era stata il connazionale Pablo Carreño Busta stavolta a soccombere è stato il greco Stefanos Tsitsipas. Insomma, la competizione non ci ha raccontato nulla di nuovo, se non confermare il talento assai precoce del diciannovenne di El Palmar. Il murciano ha battuto il suo rivale in due set con il punteggio di 6-3, 6-4 maturato in un'ora e diciannove minuti di gioco. Tanto è bastato per attestare un’ulteriore manifestazione di superiorità da parte di Alcaraz che ha vinto il quarto confronto con Tsitsipas, praticamente tutti quelli giocati. Una sorta di bestia nera per il ventiquattrenne di Atene che da queste parti aveva già provato a farsi valere trovando però di fronte sempre un altro muro di stirpe iberica quale Rafa Nadal. E alla fine ciò che rimane è il percorso, comunque positivo per entrambi, al netto di chi poi porta l’intera posta in palio a casa. Ora si riparte, zaino in spalla per un altro giro. Da vincere, come sempre.

Alcaraz e una vittoria già scritta nel segno di Nadal

A Carlos Alcaraz la pausa ha fatto bene. Peccato sia stato per infortunio ma il classe 2003 spagnolo, dopo aver perso tra le varie competizioni anche gli Australian Open, ha ripreso proprio laddove aveva lasciato. Per il diciannovenne nato a El Palmar, questo di Barcellona è il nono titolo della sua giovane ma già importante carriera ed il terzo nel solo 2023. Alcaraz aveva infatti già vinto a Buenos Aires e ad Indian Wells, perdendo la finale di Rio de Janeiro contro il britannico Cameron Norrie. A Barcellona, invece, aveva vinto anche un anno fa anche se il record di Rafael Nadal di dodici successi è difficilmente battibile. Non che Alcaraz non ne abbia il tempo, data la tenerissima età. Il suo torneo è cominciato contro il portoghese Nuno Borges. Vittoria semplice, ottenuta senza particolari sforzi, come peraltro lo sono state le successive nei confronti nell’ordine di Roberto Bautista Agut, Alejandro Davidovich Fokina e Daniel Evans. Tutti incontri durati lo spazio minimo di due set, così come è andato anche l’ultimo, sicuramente più complicato sulla carta, contro Stefanos Tsitsipas. Il futuro è già suo, ma anche il presente si è sbilanciato parecchio premiando la precocità di un campione maturato in netto anticipo sulle tempistiche standard.

La maledizione di Tsitsipas nella rassegna catalana

La maledizione di Barcellona evidentemente è più resistente di quanto potesse immaginare. O, più semplicemente, Stefanos Tsitsipas si è dovuto inchinare per la terza volta in finale contro qualcuno dimostratosi più forte di lui. È lo sport e il greco che si era presentato spavaldo in campo, senza alcuna paura giustamente dall’alto della sua esperienza con nove titoli Atp in bacheca. E dire che i precedenti contro Alcaraz non lasciavano ben sperare per il greco che, a dire la verità, era stato più competitivo in altre occasioni rispetto a quanto manifestato nell’atto conclusivo di questo torneo. Rimane il rammarico a Tsitsipas che aveva già perso una finale in questo 2023 agli Australian Open inchinandosi in quella circostanza dinanzi a Novak Djokovic. La sua ultima gioia rimane quindi, ancora per ora, quella di Maiorca del 25 giugno 2022 quando un altro spagnolo come Roberto Bautista Agut non riuscì a creargli le stesse difficoltà di Alcaraz. Nel suo cammino Tsitsipas aveva avuto modo di eliminare avversari come Pedro Cachin e Denis Shapovalov, ma soprattutto Alex de Minaur e l’italiano Lorenzo Musetti.

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.