Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Calcio

Amichevoli: l'Atletico Madrid per Guardiola, il punto sul Manchester City

Altra amichevole di lusso per i campioni d'Europa, che, dopo aver battuto il Bayern Monaco, sfidano la squadra di Simeone in Corea del Sud.

Evento: Manchester City-Atletico Madrid
Luogo: Seoul World Cup Stadium, Seoul (Corea del Sud)
Quando: 13:00, 30 luglio 2023
Dove vederla: Dazn

Al Seoul World Cup Stadium, in Corea del Sud, va in scena l'amichevole di lusso tra Manchester City e Atletico Madrid: le squadre scenderanno in campo domenica 30 luglio, quando in Italia le lancette dell'orologio segneranno le 13:00. I campioni d'Inghilterra e d'Europa hanno iniziato la stagione 2023/24 come l'avevano finita: vincendo. Certo, si tratta di test estivi non ufficiali, ma Pep Guardiola pretende sempre il massimo dai suoi. Anche in partite amichevoli. 

Finora due successi su due, di cui l'ultimo contro il Bayern Monaco, costretto ancora una volta a pagare dazio dopo la batosta subita ai quarti di finale dell'ultima edizione della Champions League. Riuscirà Diego Simeone a fermare le stelle del City? L'Atletico punta a impensierire di nuovo Real Madrid e Barcellona, dopo le ultime due annate in cui non è mai stato in lotta per il titolo. E intende tornare protagonista anche in Europa, visto che la scorsa stagione ha detto addio alla Champions con l'ultimo posto nella fase a gironi in un gruppo assolutamente alla portata dei colchoneros.

Diamo uno sguardo al Manchester City che sta nascendo

Guardiola è finalmente riuscito a spezzare la maledizione Champions. Ci ha provato e riprovato: sembrava fosse impossibile salire sul tetto d'Europa al timone dei citizens. Il trionfo è arrivato a Istanbul con il successo di misura ai danni dell'Inter di Simone Inzaghi, dopo aver asfaltato Bayern Monaco e Real Madrid ai quarti e in semifinale. 

Che fosse l'anno buono lo si era intuito sin dai primi giorni della scorsa estate. Da quando, cioè, quel fenomeno che corrisponde al nome di Haaland ha messo piedi all'Etihad Stadium. Stagione pazzesca per il norvegese ex Borussia Dortmund: 36 gol in 35 presenze in Premier League, 12 reti in 11 gettoni in Champions League. È dai suoi gol che Pep riparte. E pensare che qualcuno pensava che il vichingo avrebbe avuto difficoltà alla corte del tecnico catalano. Macché. Finora il Manchester City non ha ancora fatto irruzione sul mercato, come ci ha abituato negli anni. Ma, diciamolo, c'è ben poco da migliorare. Rosa profonda e di qualità. Piena zeppa di fuoriclasse. 

La società è intervenuta subito per sostituire Gundogan, che ha preferito non rinnovare il contratto per trasferirsi a Barcellona. Dal Chelsea è arrivato il centrocampista croato Kovacic, vecchia conoscenza del calcio italiano per i suoi trascorsi all'Inter. Per il resto, si attendono gli sviluppi del mercato. Come quelli che riguardano Mahrez: il 32enne algerino, tra i protagonisti dell'era Guardiola a Manchester, ha deciso di accettare la corte dell'Al-Ahli. Toccherà rimpiazzarlo con un giocatore capace di non farlo rimpiangere: il 21enne Olise del Crystal Palace è un'opzione. Intanto in difesa continua il pressing sul forte centrale croato Gvardiol, con il Lipsia che sta provando in tutti i modi a trattenere la sua stella. Piace anche Pavard del Bayern Monaco.

Come giocherà il Manchester City

Guardiola è uno di quei tecnici che ama sperimentare fino a trovare l'assetto tattico ideale. Difficile, però, che questa volta rinunci a quel 3-2-4-1 che gli ha consentito di vincere la terza Premier League di fila (la quinta negli ultimi sei anni), la FA Cup e soprattutto la Champions League, autentica ossessione della proprietà. Dovesse arrivare Gvardiol, il City potrebbe contare su un autentico terzetto da sogno con Ruben Dias e uno tra Laporte, Aké e Akanji. 

In mediana la grande intuizione di Guardiola: spostare Stones al fianco di Rodri, l'eroe che ha deciso la finale di Champions. Sulle corsie laterali il talento e la velocità di Bernardo Silva e Grealish, con De Bruyne e Kovacic al centro. Se come alternativa hai un giocatore come Foden, allora si può ambire al massimo dei risultati. In attacco il ciclone Haaland, con un altro elemento meraviglioso come l'argentino Julian Alvarez a far rifiatare il norvegese. Migliorare una rosa del genere è una sorta di mission impossible.

Le probabili formazioni di Manchester City-Atletico Madrid

Sarà un Manchester City ancora sperimentale, quello che affronterà l'Atletico Madrid. In campo dovrebbe scendere questa formazione (3-2-4-1): Ortega in porta; in difesa Dias, Akanji e Laporte. Lewis e Kovacic in mediana. Quindi Bernardo Silva, McAtee, Palmer e Grealish alle spalle di Alvarez.

L'Atletico Madrid, che ha esordito con la sconfitta per 3-2 con la K-League Stars, risponde con il 3-5-2: Savic, Witsel ed Hermoso davanti a Oblak. A centrocampo, da destra a sinistra, Azpilicueta, De Paul, Koke, Lemar e Lino. In attacco Morata, cercato da Roma e Inter, e Griezmann.

Notizie Calcio

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus

Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.