Vai al contenuto
Hillside (New Media Malta) Plc
VAI ALLO Sport di bet365
  1. Tennis

A Rotterdam Sinner sfida il tabù Medvedev. Buenos Aires: sarà testa a testa tra Alcaraz e Norrie

L’italiano ci ha preso gusto dopo Montpellier e vuole concedersi il bis ma avrà di fronte un avversario che ha tutti i precedenti a favore. In Argentina occasione di rilancio per lo spagnolo e il britannico.

Evento: Jannik Sinner-Daniil Medvedev
Luogo: Ahoy, Centre Court, Rotterdam
Quando: 15:30, 19 febbraio 2023
Dove vederla: Sky Sport Tennis, Sky Sport Uno, SuperTennis

Tutto pronto per l’ultimo atto dell’ATP 500 di Rotterdam. Da un lato c’è Jannik Sinner, che ha iniziato il 2023 con straordinaria voracità e vuole aggiungere in bacheca un altro titolo dopo quello di Montpellier. Dall’altro Daniil Medvedev, fortissimo russo che non aveva vissuto negli ultimi tempi periodi di grandissime soddisfazioni. Adesso però è il momento per uno dei due di scrivere un altro pezzettino di storia. 

Comunque vada l’italiano sa già di essere diventato il numero dodici al mondo, non male a ventuno anni anche in virtù di una sensazione condivisa che il meglio deve ancora venire. Intanto, se lo paragoniamo agli altri rappresentanti del Belpaese possiamo constatare che è già al settimo posto tra i tennisti all-time italiani avendo già raggiunto quota nove finali. Eguagliati gli score di due illustri predecessori quali Andrea Gaudenzi e Filippo Volandri. 

La sua esperienza personale in terra olandese è stata finora memorabile. Sinner ha battuto nell’ordine Benjamin Bonzi, Stefanos Tsitsispas e Stan Wawrinka prima di misurarsi anche contro il padrone di casa Tallon Griekspoor anch’egli regolato in due set. Il livello, come è giusto che sia, si alza ora per la finale dove di fronte ci sarà un Medvedev in rampa di (ri)lancio. Il gigante russo, settimo nel ranking, ha disintegrato il proprio rivale Grigor Dimitrov in poco meno di un’ora e mezza di gioco. 

Il 2023 di Sinner ed i precedenti contro Medvedev

Jannik Sinner è stato una macchina quasi perfetta in questo primo scorcio di stagione. La sua marcia infatti recita quattordici successi e soltanto due sconfitte. Un titolo finora già messo in bacheca nel 2023, quello di Montpellier che lo ha visto superare in finale Maxime Cressy dopo aver vinto anche il derby tutto azzurro contro Lorenzo Sonego. Le due partite perse riguardano invece le avventure australiane: ad Adelaide il suo cammino si è interrotto ai quarti di finale contro Sebastian Korda; a Melbourne è stato Stefanos Tsitsipas ad estrometterlo dalla competizione quando eravamo agli ottavi. Ora non gli resta che un match per mettere in bacheca un altro prestigioso torneo.

Storicamente però il suo rivale, Daniil Medvedev, ha sempre avuto la meglio sull’italiano. I quattro precedenti sono tutti andati a favore del russo, l'ultimo dei quali nel 2022 ai quarti del '500' di Vienna. Il ventisettenne nato a Mosca ha partecipato ai tornei australiani sbattendo prima contro Djokovic ad Adelaide e poi contro Korda a Melbourne. Complessivamente per Medvedev si tratta della ventottesima finale nei circuiti maggiori con quindici vittorie. L’ultima risale allo scorso ottobre a Vienna. 

Alla conquista dell’Argentina: l’occasione di Alcaraz e Norrie

Evento: Carlos Alcaraz-Cameron Norrie
Luogo: Buenos Aires Lawn Tennis Club
Quando: 20:00, 19 febbraio 2023
Dove vederla: Sky Sport Tennis, Sky Sport Uno, SuperTennis

L’enfant prodige del tennis internazionale è tornato. La lunga assenza dai campi da gioco sembra non aver scalfito il valore di Carlos Alcaraz, rientrato già in ottima condizione come dimostra il torneo disputato a Buenos Aires. Lo spagnolo, vent’anni ancora da compiere, ha strappato il pass per la finale battendo il connazionale Bernabé Zapata Miralles. Ad attenderlo c’è ora Cameron Norrie che poche ore prima aveva disinnescato in due set la mina Juan Pablo Varillas, peruviano rivelazione della competizione sudamericana. 

I precedenti tra Alcaraz e Norrie sono quattro con netta supremazia dello spagnolo capace di imporsi in tre occasioni. Occhio però, che l’ultima è invece andata a favore del britannico che ha sconfitto il rivale in tre set ai Masters di Cincinnati dello scorso agosto. Insomma, anche qui una gara dall’esito tutt’altro che scontato tra il ragazzino di El Palmar che vuole gradualmente riprendersi lo scettro da numero uno, sottrattogli da Djokovic, e il ventisettenne nato in Sudafrica che punta al French Open ma intanto vuole rinfrescare la propria bacheca. 

Notizie Tennis

Articoli collegati

bet365 utilizza cookie

Usiamo cookie per garantire un servizio migliore e più personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra Informativa sui Cookie

Sei nuovo su bet365? Effettua un versamento e richiedi il bonus Registrati

Versamento minimo richiesto. Si applicano T&C, quote minime e limiti di tempo.